martedì 23 ottobre 2012

SALVIAMO GLI ELEFANTI!


Ogni anno migliaia di elefanti africani vengono sterminati per asportarne le zanne, venderne l'avorio e ricavarne oggetti sacri con la compiacenza e la complicità delle autorità religiose cattoliche e buddhiste.
Nel 2011 i cacciatori di frodo hanno abbattuto 25.000 esemplari per un ricavo di 5.000 euro a zanna e ormai la popolazione complessiva mondiale è ridotta a meno di 700.000 esemplari solo nell'Africa sub sahariana  Da lì l'avorio prende la strada delle Filippine dove viene trasformato in croci cattoliche, statuette etc o viene smistato verso la Thailandia e la Cina per essere trasformato in simboli buddhisti e taoisti.
Ben 176 Paesi hanno messo al bando il commercio d'avorio tranne il Vaticano i cui negozi, chiese, alberghi etc espongono e commerciano articoli in avorio vendendoli perfino ai turisti dei 176 Paesi in cui è illegale importare l'avorio. Tenuto conto che alcune popolazioni di elefanti sono in imminente pericolo di estinzione, il Vaticano aderisca alla messa al bando dell'avorio e sottoscriva la Convenzione Internazionale del 1989. Dio sarà sicuramente più grato nel vedere le sue creature vive e serene nella savana che nel ricevere ciondoli.

lunedì 22 ottobre 2012

Salviamo l'Oceano Antartico con AVAAZ e Leonardo Di Caprio





FIRMA LA PETIZIONE: http://www.avaaz.org/it/save_the_southern_ocean_5/?bBSxncb&v=18888


Fra pochi giorni alcuni governi potrebbero chiudere un accordo per la creazione della più grande riserva marina del mondo nell'Oceano Antartico, salvando l'habitat di balene, pinguini e migliaia di altre specie polari da flotte di pescherecci industriali. Ma non agiranno a meno che noi non ci faremo sentire ora.

Gran parte dei paesi sostengono l'istituzione della riserva ma Russia, Corea del Sud e altri minacciano di votare contro per continuare a saccheggiare questi mari, dopo che altri li hanno sfruttati per la pesca intensiva fino a trasformarli in mari morti. Questa settimana un piccolo gruppo di negoziatori si chiuderà in un incontro a porte chiuse per prendere una decisione. Una mobilitazione dal basso da record potrebbe far uscire allo scoperto le trattative, isolare i tentativi di bloccare la riserva e mettere al sicuro un accordo per proteggere gli oltre 6 milioni di chilometri quadrati di prezioso Oceano Antartico.

Le balene e i pinguini non possono difendersi da soli: tocca a noi entrare in azione. Facciamo cambiare idea ai negoziatori grazie a un'enorme pressione pubblica: Avaaz circonderà l'incontro con manifesti durissimi, e insieme consegneremo il nostro messaggio ai delegati anche per mezzo di un passaparola battente sui social network.

sabato 20 ottobre 2012

Un reggiseno che ti fa la mammografia!

First warning systems: reggiseno che manderà in pensione la mammografia, diagnostica tumori

Finalmente un'invenzione davvero UTILE a noi povere donne che dobbiamo sottoporci sempre a mille torture fisiche.
Dopo il fastidioso filo interdentale nel sedere con l'invenzione del tanga, il serial killer tacco 12 con il quale rischi la vita a ogni passo in Piazza Chanoux e la devastante colposcopia, che ti apre come una mela, ecco che finalmente avremo la possibilità di evitarci una sofferenza, considerata da alcune la peggiore mai vissuta dopo il parto: la mammografia.
Mi è capitato spesso di vedere donne scappare dal reparto con ancora il reggiseno in mano, altre uscire con il viso bianco e tirato dal dolore e due bocce grosse come due angurie.
Povere noi...
Hai ben voglia i scoprire se hai qualche nodulo sospetto al seno se per scoprirlo ti fanno passare 10 minuti all'inferno.
Ma ora è nato il reggiseno che ti fa la mammografia.
Tu lo tieni un paio d'ore e questo senza dolore e disturbi ti analizza temperatura e composizione mammaria, con ancora più precisione di adesso.
Assolutamente fantastico!
Grazie scienziata (sicuramente sarà una donna... perchè finchè non esistono mammografie per gli zebedei, agli uomini non frega molto di questo esame) per questa meravigliosa scoperta!

venerdì 19 ottobre 2012

Amore, lavoro e salute... con successo!

Lo capisco, è più facile lamentarsi che darsi da fare.
Tuttavia quanto ci impegniamo quotidianamente e per davvero ad ottenere ciò che vogliamo?
Io credo nella Legge dell'Attrazione ma è ovvio che non basta o perlomeno tocca anche a noi darci da fare e   dimostrare a noi stessi che ci teniamo veramente a qualcosa.
Prendiamo i classici 3 esempi: salute, lavoro e amore.

Salute. Ci lamentiamo perchè abbiamo il colesterolo, perchè siamo grassi, perchè abbiamo sempre qualche contrattura muscolare che ci rende ogni movimento difficoltoso e doloroso...
Va bene, ma prima di dire "Sto male", quante volte abbiamo fatto attenzione a ciò che avevamo nel piatto? Quante volte possiamo dire di aver mangiato in modo salutare e senza strafogarci? Quante volte ci siamo trattenuti dall'ingozzarci di formaggi, salumi, fritti e dolci che ci piacciono tanto?
Come possiamo lamentarci se facciamo fatica a piegarci per raccogliere qualcosa da terra o ci sembra di rischiare un infarto per aver fatto due rampe di scale?
Anche qui, quante volte abbiamo preferito svagarci sul divano o davanti al pc, piuttosto di andare a fare una passeggiata o iscriverci a una palestra?
Noi siamo il prodotto delle nostre scelte, quindi non abbiamo il diritto di lamentarci dal momento che esiste il libero arbitrio.

Lavoro. Mi è capitato spesso di ricevere curriculum vitae o presentazioni per un lavoro.
Il punto è che ormai molti danno per scontato questo enorme biglietto da visita che è il cv.
Presentarsi bene, puliti, profumati, vestiti in modo adeguato fa già presupporre che la persona che abbiamo davanti è una persona curata, che si occupa di se stessa e che la stessa cura che mette nel presentarsi probabilmente è la stessa che metterebbe nel suo lavoro.
Per quanto riguarda il cv, al di là di ciò che uno ha fatto o no nella sua vita, è indispensabile che sia estremamente chiaro, ortograficamente corretto e soprattutto specifico.
Un cv non deve contenere la nostra vita, ma solo ciò che può interessare al nostro possibile futuro datore di lavoro. Se faccio una domanda per lavorare in un ufficio che si occupa di logistica, non starò a scrivere che ho lavorato il 7 bar e ho fatto per un'estate la dog sitter. Semplicemente cercherò di dare più importanza ai miei studi e ai lavori, se ce ne sono, che sono attinenti a quell'attività.
Inoltre il cv deve essere sempre aggiornato, datato e firmato.
Se dovesse essere spedito via email, MAI spedirlo a più indirizzi, perchè in questo modo dimostri che uno vale l'altro, mentre a ogni datore interessa qualcuno che è interessato proprio A LUI e a nessun'altro (anche se poi non è vero).
Non mentire mai nel cv, perchè poi ci sono anche 2 mesi di prova per dimostrare ciò che sostieni di saper fare e se scoprono che hai mentito, ti cacciano all'istante + la figura di m...!

Amore. Come puoi sperare d'incontrare l'anima gemella e che questa ti noti, se esci sempre di casa come una stracciona e senza un filo di trucco. Trasmetti amore per te stessa e riceverai amore.
Sentiti bella e tutti ti vedranno bella.
Se invece se già impegnata ma hai paura che tuo marito/fidanzato ti tradisca, allora il mio consiglio è di cercare sempre di  avere un rapporto basato su più elementi.
Non basta fare sesso da favola per tenerti un uomo, perchè quello lo può ricevere anche da qualcun altra.
Però se tu basi il rapporto anche su momenti di complicità e divertimento (anche senza la presenza di amici) è già diverso, perchè lui ti vedrà non più come una fidanzata, ma anche come un'amica e quindi il legame si rafforza. E' importante stare insieme in modi diversi e dare l'uno all'altro cose diverse.
Un altro punto debole è il mito di Cenerentola.
Noi vogliamo essere salvate dal principe azzurro da una vita di sofferenze, mentre gli uomini sono più attratti dalle donne sicure di sè, per niente lamentose e che non cerchi di idealizzarli, perchè questo gli creerebbe un complesso d'inferiorità che non farebbe che allontanarli da noi.
Se invece si tratta di un rapporto ormai logoro che va avanti da decenni, ma a cui ci teniamo ancora, allora ricordiamoci che l'uomo ha difficoltà ad essere monogamo che un bambino ha difficoltà a mangiare la solita minestra. E' importante essere versatili e fantasiose anche nel rapporto di coppia.
Una sorpresa, un improvviso completino intimo diverso da solito, una cena a lume di candela, un regalo inaspettato, diventare per una sera un'altra persona...
La routine, l'abitudine e il dare sempre tutto per scontato uccide un rapporto di coppia... e anche se con il tempo il sesso passa sempre di più in secondo piano, non pensate che non vi ama più, perchè il sesso è solo una delle tante manifestazioni dell'amore, mentre l'amore è qualcosa di molto più potente e complesso.

giovedì 18 ottobre 2012

Un aiuto per Malala con AVAAZ





I talebani hanno sparato alla quattordicenne Malala per fermare la sua lotta per l'educazione delle donne. Possiamo fare in modo che il suo sogno diventi realtà chiedendo al suo governo di stanziare fondi che incoraggino le famiglie di tutto il Pakistan a mandare le loro figlie a scuola. Clicca qui sotto per dare forza a questa possibilità di lottare per l'educazione femminile: 

Malala ha dedicato la sua infanzia a combattere per l'educazione delle ragazze come lei in Pakistan. Mentre giace in un letto di ospedale, tragica vittima di un sicario dei talebani, aiutiamola a far diventare il suo sogno realtà.

Una parte del Pakistan ha già avviato con successo un programma che assegna del denaro alle famiglie che mandano le figlie a scuola con regolarità. Ma nella provincia di Malala il governo locale sta ostacolando simili iniziative. Politici di alto livello hanno promesso di aiutare Malala e se agiamo ora possiamo fare in modo che si impegnino ad avviare finalmente un programma in tutto il paese.

Prima che i media si scordino dell'accaduto, alziamo le nostre voci per chiedere che il governo annunci fondi per tutte le ragazze del Pakistan che vanno a scuola. Tra pochi giorni il delegato ONU per l'educazione incontrerà il presidente del Pakistan Zardari e ci ha detto che la consegna a mano di un milione di firme rafforzerebbe la sua posizione. Firma e fai il passaparola girando questa email, e aiuta a rendere realtà il sogno di Malala:

http://www.avaaz.org/it/malalahopenew/?bBSxncb&v=18802

Il nord-ovest del Pakistan è sotto il controllo dei talebani dal 2007, quando cominciarono a bruciare e distruggere le scuole femminili. I talebani hanno raso al suolo 401 scuole nella regione dello Swat tra il 2001 e il 2009: 70% di queste erano scuole per ragazze. Malala ha attirato l'attenzione del mondo intero sul regno del terrore dei talebani nel momento in cui ha cominciato a scrivere su un blog in lingua urdu per la BBC. Quello che scrive è un diario importantissimo per conoscere le conseguenze devastanti dell'estremismo sulle vite dei normali cittadini del Pakistan.

La costituzione del Pakistan dice che le donne hanno lo stesso diritto all'educazione degli uomini e il governo ha le risorse per fare in modo che tale diritto sia effettivo. Ma i politici hanno ignorato per anni il problema, influenzati da gruppi di estremisti religiosi e ora solo il 29% delle ragazze frequenta le scuole superiori. Numerosi studi hanno mostrato l'impatto positivo in termini di reddito personale e crescita nazionale quando le donne vengono ricevono l'educazione.

Trasformiamo lo shock e l'orrore seguito all'attentato dei talebani a questa giovane ragazza in una forte pressione internazionale che obblighi il Pakistan a occuparsi dell'educazione delle donne. Clicca sotto per stare dalla parte di Malala e sostenere un'enorme campagna per l'educazione femminile in Pakistan, sostenuta da risorse, sicurezza ma soprattutto dalla volontà di lottare contro gli estremisti che stanno distruggendo il Pakistan:

http://www.avaaz.org/it/malalahopenew/?bBSxncb&v=18802

Uniamoci per manifestare in solidarietà con la coraggiosa e giovane attivista, che sta mostrando al mondo come una giovane studentessa può fronteggiare estremisti armati e pericolosi.

mercoledì 17 ottobre 2012

Quanto ci costa la classe politica al MINUTO?


Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa €1.135,00 al mese. Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali
ufficiali.
STIPENDIO Euro19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE

Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubblico impiego)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera.
(la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio).



La classe politica ha causato al paese un danno
di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino
Euro 2.215,00 al MINUTO!!!



Quanto ci costa la salute dei deputati?


La Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli, ma anche ai 1109 loro familiari compresi (per volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i conviventi more uxorio.
Ebbene, nel 2010, deputati e parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro.

Tre milioni e 92 mila euro per spese odontoiatriche.
Oltre tre milioni per ricoveri e interventi eseguiti non in ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche private.
Quasi un milione di euro per Fisioterapia
Per visite varie, 698 mila euro.
488 mila euro per occhiali
257mila per la psicoterapia e per problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro familiari.
Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante") 28 mila 138 euro.
Per visite omeopatiche 3 mila e 636 euro.
Alcuni deputati si sono fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, ma hanno chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del Parlamento per 153 mila euro di ticket.

Ma non tutti i numeri sull'assistenza sanitaria privata dei deputati, sono stati de-segretati. 
Gli importi spesi nell'ultimo triennio per alcune prestazioni previste dal FONDO DI SOLIDARIETÀ SANITARIA come ad esempio: Balneoterapia, shatsu, massaggio sportivo, elettroscultura, interventi di chirurgia plastica…

Cosa c'è da nascondere?
Ma questi conti i Questori della Camera non ce li hanno voluti dare...
Perché queste informazioni restano riservate, non accessibili? 
Ecco il motivo di quel segreto secondo i Questori della Camera:  “Il sistema informatizzato di gestione contabile dei dati adottato dalla Camera non consente di estrarre le informazioni richieste. Tenuto conto del principio generale dell'accesso agli atti in base al quale la domanda non può comportare la necessità di un'attività di elaborazione dei dati da parte del soggetto destinatario della richiesta, non è possibile fornire le informazioni secondo le modalità richieste“.

Perché la Camera deve provvedere a dare una assicurazione integrativa?
Ogni deputato potrebbe benissimo farsela per conto proprio avendo già l'assistenza che hanno tutti i cittadini italiani.

Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, cioè un privilegio, possono pagarselo,
visto che già dispongono di un rimborso di 25 mila euro mensili, a farsi un'assicurazione privata.
Non si capisce perché questa mutua integrativa la debba pagare la Camera facendola gestire direttamente dai Questori. 
Basterebbe semplicemente non prevede questa mutua integrativa e quindi far risparmiare alla collettività
dieci milioni di euro all'anno mentre a noi tagliano sull'assistenza sanitaria e sociale è deprimente scoprire che alla casta rimborsano anche massaggi e chirurgie plastiche private e sempre nel massimo silenzio di tutti.



Alcuni dei privilegi degli onorevoli...


Vediamo un po':
TELEFONO CELLULARE gratis: chi gli paga i loro sms per prenotare le escort?
TESSERA DEL CINEMA gratis: chi gli paga "L'Era glaciale 4" per il proprio figlio?
TESSERA TEATRO gratis: beh, al cinema non c'è tutto e poi il teatro fa "intellettuale"
TESSERA AUTOBUS ‐METROPOLITANA gratis: ma chi usa, quando uno ha auto di lusso +a  autista? 
FRANCOBOLLI gratis: sono tutti talmente vecchi che non sanno ancora usare Outlook Express...
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis: vuoi mandarli alla Sagra del Maiale facendogli pure pagare il viaggio?
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis: ora si spiega perchè il Parlamento è sempre vuoto! Viagiano viaggiano viaggiano...  tanto mica guidano loro!
PISCINE E PALESTRE gratis: mica vorremo dei politici brutti e ciccioni?
FS gratis: peccato che non ci salgono mai sennò saprebbero le condizioni dei treni quali sono
AEREO DI STATO gratis: mica posso sempre andare in prima classe...
AMBASCIATE gratis: ovvio
CLINICHE gratis: mi sembra giusto... devono curarsi ogni tanto, no? Ma di questo parleremo dopo...
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis: chissà quanti infortuni nel loro lavoro!
ASSICURAZIONE MORTE gratis: ripeto, sono tutti vecchi, quindi ci sta l'assicurazione sulla morte
AUTO BLU CON AUTISTA gratis: ci mancherebbe altro. A differenza dei francesi di Hollande i nostri sono tutti approfittatori, evasori, bugiardi, opportunisti... la crema dell'Italia!
RISTORANTE gratis(nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro1.472.000,00): per chi non l'avesse ancora capito, questo serve per combattere la denutrizione nel Terzo Mondo!

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO!
Questo è il welfare state!
Prendiamola come una sorta di sussidio per i meno abbienti!
In qualche modo anche loro devono arrivare a fine mese, non credete?




lunedì 15 ottobre 2012

"Mangiar sano" in pillole


  1. Più importante di ciò che mangi è come mangi
  2. Sgarrare nell'alimentazione ci può stare, ma non tutti i giorni
  3. L'importante non è come mangi oggi, ma come hai mangiato durante tutta la settimana
  4. Varia molto i cibi
  5. Elimina lo zucchero e diminuisci il sale
  6. Mangia 5 porzioni di frutta e verdura
  7. A cena evita carboidrati e verdure crude
  8. Fai una colazione da regina
  9. Non saltare il pranzo
  10. Impara a masticare con calma. La fame nervosa porta a mangiare per scaricare le tensioni in modo rapido. Fallo masticando a lungo e mangiano verdure che hanno un rilascio lento di zuccheri, così da non dare subito la sensazione di avere di nuovo fame
  11. Se sei intollerante al lattosio, preferisci formaggi stagionati
  12. Concentrati su ciò che hai nel piatto con la mente e con la bocca.
  13. Provare emozioni negative durante il pasto rallenta il metabolismo
  14. Tra un boccone e l'altro sforzati di posare le posate
  15. Il cioccolato (non quello al latte) riduce la fame, lo stress, migliora la concentrazione e fa bene al cuore... non esagerare!
  16. Svuota la tua casa da cianfrusaglie e oggetti che ti ricordano cose vecchie o negative e allegerisci la stanza in cui mangi. Meno distrazioni o pensieri subliminali riceverai e meno mangerai.
  17. Non contrastare l'impulso verso un certo cibo. È il tuo corpo che te lo chiede, ma non renderlo schiavo di quel cibo!
  18. Compra cibi freschi, invece di quelli surgelati o in scatola.
  19. Prima di andare a fare la spesa, fai la lista di quello che ti manca e poi attieniti ad essa.
  20. Non comprare cibi con più di 5 ingredienti.
  21. Consuma abitualmente i "cibi del buonumore": pesce, parmigiano, mandorle, arachidi, noci, spinaci, verdure verdi, banana, kiwi e miele.

domenica 14 ottobre 2012

Qualsiasi strada tu decida di intraprendere, troverai le opportunità per evolvere (S. F. Covey)



In un momento difficile come questo, non vince chi ha delle sicurezze economiche (finché durano) ma chi sa giostrarsi e sa cogliere le opportunità, o meglio, le sa creare.
Il mondo non sta andando al catafascio, ma sta cambiando.
È proprio questo cambiamento a spaventarci, perché non siamo abituati a vedere e vivere la nostra vita diversamente da come ce l’ha impostata la società.

Tuttavia tutte le migliori scoperte e le più grandi ricchezze si basano proprio su pensieri controcorrente, sulla capacità di essere riusciti a vedere il mondo con occhi diversi e raggirare l’ostacolo che la società ci impone.

Per esempio, se la banca mi rifiuta la concessione del mutuo, questo non significa che io non potrò mai avere una casa, ma semplicemente che devo usare altre vie per averle.
Oggigiorno, ci sono vari modi per comprare casa.
Hai un buon stipendio ma non l’acconto, perché finora i tuoi risparmi sono sempre finiti per pagare l’affitto di dove vivi? Allora prova con l’affitto con riscatto. Paghi l’affitto per 2-3 anni e poi riscatti l’immobile, ma i soldi che hai messi in quei primi anni si tramutano nell’acconto per la casa.
Oppure puoi permetterti una casa, ma vorresti ridurre al massimo le spese iniziali per poter dare un acconto più consistente, in modo che ti passino il mutuo più facilmente? Allora prova a cercare casa senza intermediari, senza avere la spesa dell’agente immobiliare.
Ci risparmi sia tu sia chi vende.
Altro esempio: se ti sei laureato a pieni voti in storia antica, ma dopo infinite ricerche, non sei ancora riuscito a trovare lavoro, invece di rimanere infelice e disoccupato, puoi sempre provare a usare la tua laurea in modo diverso, uscendo dagli schemi oppure nessuno ti vieta di accantonare la tua laurea e provare magari a dare più spazio a un tuo hobby.
Ci sono persone che hanno messo da parte i loro studi e hanno trovato la loro strada.
Se hai meno di 20 anni ma una mente sveglia e capace con idee che vogliono cambiare il mondo, il famoso Peter Thiel ti finanzia e ti fa entrare in uno speciale programma a Silicon Valley per due anni!
Hai aspirazioni meno elevate?

C’è chi ha trasformato il proprio camper e la propria auto in albergo.

C’è chi ha preso il camioncino del nonno e l’ha fatto diventare chioschetto ambulante di hot dog e frittelle.

Usa la tua mente geniale per creare invenzioni. Sul sito Quirky te le pagano!

Insomma, hai una passione? Agganciati al web e diffondila!

Le opportunità sono tante, i settori che non sentono ancora la crisi ci sono, ma non sono più quelli di una volta, quindi abbandona i tuoi sogni di stare dietro a una scrivania in un noioso ufficio sterilizzato. Rimboccati le mani e inizia a rovistare tra tutto quello che hai in garage, tra i tuoi hobby e inizia a cercare l’idea vincente! 

Un ringraziamento alla rivista Millionaire . http://www.millionaire.it/

sabato 13 ottobre 2012

CRISI ECONOMICA: 1929 VS 2012


Dopo mesi di silenzio, rieccomi qua. Vi chiedo scusa per questa mia lunga assenza, ma sono successe molte cose nella mia vita che mi hanno tenuto lontana dal blog, ma ora la vostra gatta è tornata.
In questi mesi anche nel mondo sono successo molte cose, ma solo una cosa è rimasta invariata: la crisi economica.
La gente ormai sta uscendo di senno a causa di questa crisi: non spende più, si lamenta di tutto, nessuno risparmia più nemmeno 1 €, niente vacanze, tanta disoccupazione…
Sinceramente, non vedo dove sta la differenza a qualche anno fa.
Infatti, quando i telegiornali sparano le loro cifre che determinano il disastro economico, se notate bene, dicono sempre: “Il più basso indice dal 2009” o altre cose simili.
Ma se questa situazione si era già ripresentata tre o dieci anni fa, allora perché adesso devo spaventarmi? Voglio dire, come ho superato la crisi del 2001, poi quella del 2004, del 2009, non vedo perché non dovrei superare anche questa.
Il problema è che la gente è terrorizzata.
Dopo il terrore scatenato dalle profezie Maya sulla fine del mondo, che adesso a nessuno frega più, ecco che ricompare la temutissima crisi economica.
Sapete qual è la cosa più ridicola?
È che come la fine del mondo era già legata all’anno 2000, la crisi economica è nata per la prima volta nel 1929 con il crollo della borsa di Wall Street, che portò al fallimento di moltissime imprese e a molti suicidi tra gli imprenditori.
Di cos’è che parlavano i tg a inizio anno? Ogni giorno tiravano fuori un nuovo suicidio di qualche imprenditore dopo aver dichiarato fallimento.
Si era scatenato il panico. Sembrava che improvvisamente tutti si suicidavano, finché qualche sociologo con un po’ di sale in zucca ha dichiarato che il tasso dei suicidi tra imprenditori non era aumentato rispetto agli anni precedenti, ma semplicemente ora se ne parlava.
Ora io vi dico: sono gli altri a creare questa crisi economica che va avanti dal 1929.
Sembra che da allora l’economia sia precipitata nel delirio… peccato però che nel frattempo qualcuno sia stato in grado di arricchirsi.
Come dice Alfio Bardolla “non guardare l’economia, ma la TUA economia”.
Dove sta scritto che solo perché qualcuno parla di crisi economica, tu non debba goderti serenamente le vacanze o toglierti qualche sfizio… e non pensare alle tasse, perché quelle ci sono sempre, come la disoccupazione!
Sono sempre esistite!
E noi siamo un cane che si morde la coda, perché ci lamentiamo della disoccupazione, però poi non vogliamo spendere e muovere il mercato, attivando così l’occupazione.
Per esempio: Se nessuno compra più scarpe, io, proprietario di un negozio di scarpe, non riuscirò più a mantenere i miei cinque dipendenti, dato che i guadagni si sono ridotti così comincio a licenziare.
In questo modo la disoccupazione aumenta, nessuno compra più niente, però… stranamente nessuno riesce comunque a risparmiare e la gente è sempre più stressata e l’unico chiacchiericcio che si diffonde alla coda alle Poste, in tram, nella sale d’attesa è quanto ci sta rovinando la crisi economica. È diventato talmente un discorso comune che si lamentano anche quelli che hanno il lavoro a tempo indeterminato con lo stipendio di 1800 € al mese e sono appena tornati dalle loro vacanze di quindici giorni a New York.