Passa ai contenuti principali

Radio Monte Carlo: da Rafael Didoni a Platinette

Da anni ormai, la mattina mi sveglio alle h 7.00 con Radio Montecarlo.
Fino a poco tempo fa, dalle h 7.00 alle h 9.00 dal lunedì al venerdì, mi svegliavo con il programma "Si salvi chi può", un programma spassosissimo con il mitico Rafael Didoni, il simpatico Maurizio Di Maggio e altri personaggi piacevolissimi.
Per non parlare delle gag con Felice Nasdaq, Paquinho, Quentin Foggiano... superdivertenti.
Era davvero bellissimo svegliarsi facendosi due risate.

Il risveglio è più frizzante se a dare il buongiorno è Radio Monte Carlo con Si Salvi chi Può: Notizie fresche, simpatia e la musica migliore di RMC per iniziare al meglio con Maurizio Di Maggio, il giornalista Claudio Micalizio della Redazione di RMC e il comico Rafael Didoni. Dal lunedì al venerdì, l'informazione è immediatamente in primo piano con approfondimenti,rassegna stampa e commenti, aggiornamenti meteo, e il collegamento in diretta da New York con il corrispondente Guido Olimpio del Corriere della Sera. E poi tutte le gag surreali e gli interventi di improbabili esperti come Felice Nasdaq per le notizie dai mercati finanziari, il giornalista Paquinho per la cronaca sportiva, Quentin Foggiano con le novità cinematografiche e molto altro ancora. Tutti svegli di primissimo mattino per portare un sorriso e tanto buonumore nelle case degli ascoltatori.

Ora, da qualche tempo, questo stupendo programma è stato spostato alle h 5.00 (ma chi lo ascolta alle h 5.00???) e al posto di Si Salvi Chi Può, hanno messo Plati-Network con Platinette e la povera Manuela Cimmino.
A differenza del vecchio programma, questo è irritante e odioso.
Io ho sempre adorato Platinette fino al suo inserimento all'interno di Amici di Maria de Filippi, dove si è comportata/o da cafone e maleducato. Probabilmente per fare audience, ma a me è sembrata una figura molto negativa, che accentuava la presunzione degli allievi a ribattere ai commenti degli insegnanti, che a parer mio, forse ne sanno di più rispetto a un diciottenne che si presenta in tv per la prima volta.
Comunque, a mio parere, l'opinione di Platinette è andata scemando negli ultimi tempi e la sua entrata a Radio Monte Carlo è stata veramente una mossa sbagliata.
Tende a dire ciò che pensa e a non dare spazio alla sua compagna.
Inoltre quando arrivano le chiamate da casa, se qualcuno la pensa diversamente da lei, si irrita moltissimo, risponde male e fa terminare subito la conversazione.
Io posso capire che ognuno ha le sue opinioni, ma con il ruolo che ricopre, non può permettersi di sbattere il telefono in faccia alle persone, solo perchè queste sono contrarie a mangiare l'agnello a Pasqua (e questo già dimostra una grande ignoranza da parte sua) o perchè secondo alcuni (in realtà, molti) pensano che il modo migliore per superare questa crisi economica sia quella di fuggire all'estero.
Sicuramente non è l'unica soluzione, ma quando rimani senza lavoro e la vita è troppo cara, è ovvio che qualcuno pensi che prendere famiglia e valigia e partire sia una soluzione da prendere in considerazione.
Insomma, questo modo di fare non mi piace per niente.
Inoltre, non capisce nemmeno le battute, come le gag dell'investigatore, di Paquinho o altri...
Non sa valorizzarle come invece faceva Rafael.
Insomma, io ora ho cambiato stazione radio a malincuore, ma vi prego, Radio Monte Carlo, eliminate Platinette e rimettere "Si salvi chi può", così tornerò ad iniziare le giornate con il sorriso.






Commenti

Post popolari in questo blog

Nikita (serie tv 2012) - attenzione Spoiler

Nikita è una serie televisiva statunitense basata sulla serie TV canadese Nikita del 1997, a sua volta tratta dal film Nikita del 1990.  La protagonista della serie è Nikita, una giovane e bellissima ragazza all'apparenza pazza e problematica, condannata a morte, ma salvata da un'agenzia governativa segreta, la "Divisione" che le offrii un patto: loro le salvano la vita e lei dovrà in cambio lavorare per loro, eseguendo tutti i vari compiti che le saranno affidati, compresi assassinii e altri lavori sporchi. Per fare questo, la sottopongono a degli addestramenti logoranti ed estenuanti ma micidiali nell'efficacia, che la faranno diventare l'assassina perfetta per ogni incarico segreto, data anche la sua bellezza disarmante.  Nikita però, contraria alla politica della Divisione, che è disposta a sacrificare anche vite di innocenti pur di raggiungere i suoi scopi, fugge dall'organizzazione e si rifugia nella clandestinità, preparando un piano per vendicarsi d…

IL BACIO DELL'ANGELO PERDUTO di Melissa Castello

Titolo: IL BACIO DELL'ANGELO PERDUTO Autore: Melissa Castello Editore: Elister Edizioni Genere: Fiction young adult/Paranormal romantico Formato: ebook
Pagine: 253
Romanzo autoconclusivo Uscita: 05 marzo 2018 Prezzo: 2,99 €

Lei lo ama da sempre. Lui la odia a tal punto da aver perso se stesso. Patrick ha perso tutto. Anche la sua stessa umanità. Ha rinunciato alla sua vera natura a causa di Cat. E ora l’unica cosa che desidera è ottenere la tanto agognata vendetta che brama da anni, da quando è ritornato in città. Finalmente il momento giusto sembra essere arrivato, ma proprio quando si ritroverà a vivere a stretto contatto con lei, qualcosa di imprevisto e dimenticato torna a galla, portandolo a soffocare la sua vera essenza e ciò che essa nasconde. Tra segreti e rancori passati, riuscirà Cat a ritrovare il ragazzo che si nasconde dietro l’anima perduta di Patrick?
LINK DI ACQUISTO Amazon - Google Play - Kobo - iTunes - Bookrepublic - Mondadori e molti altri!

IN USCITA: Ogni tuo desiderio è un ordine, bastardo!

In collaborazione con la Elister Edizioni, vi presento questo nuovo romanzo: "Ogni tuo desiderio è un ordine, bastardo" di Victory Storm.
Trama: Secondo Candice, sua sorella Olivia è ambiziosa e testarda, spinta dal desiderio di diventare un’Event Manager di successo. Tuttavia sa essere anche dolce, ma per arrivare a quella dolcezza, bisogna prima trivellare a fondo quella corazza di irascibilità e spavalderia che la rende un po’ pericolosa da maneggiare. In quanto sua sorella, Candice le vuole bene, anche se la preferisce a distanza di sicurezza quando frequenta un ragazzo perché Olivia sa essere più efficace di una cintura di castità, quando vuole.
In sua difesa, Olivia può solo dire che il fine giustifica i mezzi e che bisogna lottare per ciò che si vuole e per non lasciarsi mettere i piedi in testa da qualche bastardo arrogante che osa comandarla.
Secondo Devon Pierson, Olivia è una stronza che ha osato umiliarlo al loro primo incontro e per questo deve pagare. …